TORCELLO

L’isola di Venezia più ricca di leggende e storie curiose…

Da Vedere

Il Trono di Attila

La leggenda e storia del trono di Attila, il re degli Unni, narra che durante l’invasione degli Unni in Italia nel V secolo, essi sarebbero arrivati fino all’isola di Torcello. Gli abitanti si sarebbero rifugiati nella vicina città romana di Altino.

Il trono di pietra che ancora oggi si trova davanti alla cattedrale, è il trono che sarebbe stato usato addirittura dal re degli Unni Attila, chiamato “il flagello di Dio”, per la sua ferocia verso i nemici.

Ma nella realtà gli Unni non arrivarono mai a Torcello; la loro avanzata in Italia nord- orientale si fermò ad Aquileia (UD), ed essendo un popolo della steppa, non avrebbero mai raggiunto un’isola via mare!

Nonostante questa incertezza della leggenda, il trono di pietra è comunque risalente al V secolo, quando si formò la prima comunità nell’isola di Torcello a Venezia. Questo trono veniva usato infatti come seggio del magister militum, il governatore dell’isola, durante le riunioni del consiglio e quando amministrava la giustizia.

Il Ponte del Diavolo

Il Ponte del Diavolo è uno dei due ponti dell’isola di Torcello, nella Laguna Veneta.

Il Ponte del Diavolo, che scavalca un canale interno, conserva la caratteristica forma priva di parapetti, caratteristica originale di tutti i ponti veneziani.

Perché Ponte del Diavolo? L’origine del nome del ponte è ancora inspiegabile. Alcuni affermano che la parola Diavoli risalisse al soprannome di una famiglia locale, altri la fanno risalire ad una leggenda.

Sono senz’altro aspetti che fanno immaginare la misticità di questa leggenda.

Da alcune recenti indagini archeologiche si è confermato che la sua edificazione risale al XV secolo, in quanto nel terriccio presente tra l’arco in mattoni ed il piano di calpestio, anch’esso in mattoni, sono stati ritrovati reperti databili a quel periodo.

Le sue fondazioni si innestavano su fondazioni preesistenti, databili al XIII secolo, appartenenti ad un precedente ponte probabilmente piano e più stretto dell’attuale di circa un metro.

La Basilica di Santa Maria Assunta

La Basilica di Santa Maria Assunta fondata nel ‘639, è la costruzione più antica presente nella laguna. Lo stile della Basilica è uno splendido esempio di stile veneto-bizantino. In particolare possiamo ammirare il portico e i motivi ornamentali della facciata.

All’interno oltre ai rivestimenti marmorei è adornata da splendidi mosaici di notevolissime dimensioni che rappresenta il Giudizio Universale, alla cui base si trova una Madonna orante, motivo che caratterizza anche l’abside della basilica dei Santi Maria e Donato a Murano.